Omceo Udine: Viale Diaz, 30 - 33100 Udine - Tel. 0432 504122

Venerdì 24 Novembre 12:12:51

OMCEO: Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Udine

AREA RISERVATA

email:

password:

visita n°460.467

Registrati

Medidrug Isabel Pagopa Fnomceo_ebsco

Calendario Eventi

«Novembre 2017»
LuMaMeGiVeSaDo
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
numero verde 800 435110 OMCEO: Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Udine

Link ad altri siti:

Enpam Onaosi

L’ordine dei medici di Rovigo censura i dentisti low costPubblicato il 09-07-2010

Odontoiatra

Duro intervento: «Carpita la buona fede dei pazienti»: L'Ordine dei medici di Rovigo si dichiara contrario ai dentisti low cost.

L’Ordine dei medici rodigino dichiara guerra ai centri dentistici low cost, accusati di condurre una concorrenza sleale e, in molti casi, di non garantire livelli di assistenza sanitaria adeguati. «Fa male vedere la professione medica ridotta a un prodotto da supermercato - sottolinea Fabio Scanu, consigliere della Commissione albo degli odontoiatri dell’Ordine di Rovigo - capita di trovarsi addirittura sul parabrezza volantini che promettono prestazioni a prezzi stracciati, per accalappiare la buona fede dei pazienti ». Ma non sarebbe tutto oro quel che luccica. «Poniamo che per un’ablazione del tartaro riescano davvero a far risparmiare anche un 30% - osserva ancora Scanu -. La questione non è così semplice: gli interventi sono molto spesso articolati e hanno costi che non possono essere compressi, tanto che anche il servizio sanitario nazionale più di tanto non riesce a garantire. Capita, dunque, che i pazienti si trovino di fronte a fatture comunque cospicue e, magari, me no soddisfatti delle prestazioni ottenute, tanto che quel che si è risparmiato ce lo si ritrova a spendere in cause legali. Del resto, dietro queste strutture si celano spesso odontotecnici- manager che concepiscono l'attività svolta come di natura meramente imprenditoriale e quindi separata dall’etica».

Sono diverse le strutture su cui l’Ordine punta il dito: «Abbiamo due strutture del genere a Rovigo, una ad Adria cui presto se ne aggiungerà una seconda, una immediatamente oltre l’Adige a Stanghella. Queste situazioni mi fanno venire in mente un parallelo con la chirurgia estetica, quando sentiamo che c’è chi per risparmiare poche centinaia di euro si rivolge a strutture non specializzate, riportando talvolta danni permanenti ». Altro fenomeno che Scanu stigmatizza è quello delle condizioni di lavoro cui spesso sono sottoposti i professionisti in quelle strutture: «Sono molto spesso colleghi appena laureati, con poca esperienza e costretti a lavorare a cottimo, con tariffe inferiori». Contestato anche il «pendolarismo dell’otturazione» che, spesso per iniziative delle organizzazioni sindacali dei pensionati, porta i cittadini a servirsi di professionisti oltre frontiera, soprattutto nelle repubbliche della ex Jugoslavia. «In questo caso - continua l’esponente dell’Ordine - non contestiamo la professionalità, ma i tempi. Come si possono fare bene in pochi giorni, interventi che normalmente vengono distribuiti nell’arco di mesi?». In generale, aggiunge Bruno Noce presidente della Commissione, viene meno la continuità terapeutica. «I pazienti vengono curati da chi capita, non da chi hanno scelto, come invece stabilisce il codice deontologico dei medici, che esiste per tutelare i cittadini. Il rapporto fiduciario tra medico e paziente è da sempre il successo della libera professione odontoiatrica italiana che e' tra le migliori al mondo per qualità. Il dentista libero professionista con studio proprio si espone sempre con proprio nome e cognome, operando in forma singola o associata con altri colleghi».

Nicola Chiarini

29 giugno 2010

Indietro

Omceo Udine: Viale Diaz, 30 - 33100 Udine - Tel.: 0432 504122 - Fax: 0432 506150 - email:  - PEC - CF: 80002030304 - Privacy e Cookie

Xhtml Css