Omceo Udine: Viale Diaz, 30 - 33100 Udine - Tel. 0432 504122

Lunedì 20 Novembre 22:16:57

OMCEO: Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Udine

AREA RISERVATA

email:

password:

visita n°459.928

Registrati

Medidrug Isabel Pagopa Fnomceo_ebsco

Calendario Eventi

«Novembre 2017»
LuMaMeGiVeSaDo
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
numero verde 800 435110 OMCEO: Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Udine

Link ad altri siti:

Enpam Onaosi

Crisi odontoiatria: nel 2010 - 2,5 milioni di accessi negli studiPubblicato il 31-05-2011

Odontoiatra

Nel 2010 gli accessi agli studi odontoiatrici privati sono stati 2,5 milioni in meno rispetto al 2009 (-4,3%). Un risultato che va ad aggiungersi alla diminuzione di oltre un milione di pazienti subita l'anno precedente e che contribuisce alla percezione negativa per il 2011 del 46,3% dei dentisti. A scattare la fotografia del settore una ricerca Key-Stone, presentata nel corso del 54° Congresso Amici di Brugg, uno dei più importanti appuntamenti del dentale, che si è tenuto a Rimini dal 26 al 28 maggio. «Il fenomeno» si legge nell'indagine, svolta su un campione di 1000 professionisti, «non è esteso trasversalmente, ma riguarda circa il 26% degli studi dentistici e in particolare le piccole strutture. Il calo è più marcato al Sud, con un 54% di odontoiatri in fase recessiva (-6,5% di pazienti)». A questi dati si aggiungono quelli della III indagine congiunturale sullo stato della professione odontoiatrica, effettuata sempre da Key-Stone su un campione di oltre 5.500 dentisti e commissionata da Andi, il principale sindacato del settore. Secondo l'indagine, il 45% degli intervistati ha denunciato, tra il 2009 e il 2010, un decremento dei ricavi pari al 15%. Un terzo dei dentisti, poi, soprattutto i giovani e i più anziani, si dichiara sottoccupato. Tra le attività più colpite, la protesi: a lamentare un calo in questo campo è l'80% dei dentisti, mentre per l'implantologia il 59% e il 55% per le prime visite. L'ortodonzia è in calo per il 41% degli intervistati e le sedute di igiene per il 25%. A preoccupare (ben l'82% del campione) è soprattutto il diffondersi di società di capitale o del franchising. La reazione è allora quella di cambiare strategia: il 63,9% punta sull'efficientamento dello studio e il 43,6% sul risparmio sulle spese, mentre il 35,6% preferisce investire nell'associazionismo, il 18% rivede le tariffe, il 16% guarda all'odontoiatria pubblica. In flessione anche il giro d'affari dichiarato dai laboratori odontotecnici, che, dopo una caduta del 15% dell'anno precedente, si attesta a un -14%, mentre cresce l'industria, con un +7,4% e un valore di 1,2 miliardi di euro.

Indietro

Omceo Udine: Viale Diaz, 30 - 33100 Udine - Tel.: 0432 504122 - Fax: 0432 506150 - email:  - PEC - CF: 80002030304 - Privacy e Cookie

Xhtml Css