Omceo Udine: Viale Diaz, 30 - 33100 Udine - Tel. 0432 504122

Mercoledì 20 Settembre 5:44:34

OMCEO: Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Udine

AREA RISERVATA

email:

password:

visita n°450.782

Registrati

Medidrug Isabel Pagopa Fnomceo_ebsco

Calendario Eventi

«Settembre 2017»
LuMaMeGiVeSaDo
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
numero verde 800 435110 OMCEO: Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Udine

Link ad altri siti:

Enpam Onaosi

Rapporto di lavoro guardia infermieristica casa circondarialePubblicato il 16-12-2010

Alcuni infermieri professionali che avevano prestato la loro attività nel servizio di guardia infermieristica presso una Casa Circondariale, agivano dinanzi al TAR per veder dichiarare che il rapporto pur formalmente libero-professionale, rivestiva in realtà i caratteri del rapporto di impiego subordinato con conseguente condanna del Ministero della Giustizia al pagamento delle differenze retributive, assistenziali e previdenziali. Il Consiglio di Stato, accogliendo l'appello proposto dall'amministrazione, ha ritenuto pienamente applicabili i principi già affermati relativamente al servizio di guardia medica, previsto dalla legge n. 740 del 1970 e avente caratteristiche molto simili a quello di guardia infermieristica. L'elemento decisivo di distinzione fra il rapporto di lavoro autonomo e quello subordinato va ricercato in un particolare vincolo di natura personale, in forza del quale il prestatore d'opera è assoggettato al potere direttivo del datore di lavoro con conseguente limitazione della sua libertà, mentre altri elementi quali la collaborazione, l'assenza di rischio economico, la natura dell'oggetto della prestazione, la continuità di questa, la forma della retribuzione e l'osservanza di un orario possono avere una portata soltanto sussidiaria e non già decisiva ai fini della individuazione del lavoro subordinato e della distinzione; detto vincolo di soggezione può, poi, assumere un diverso grado di intensità e di evidenza a seconda della natura e delle modalità di svolgimento delle mansioni nonché del livello di responsabilità del prestatore d'opera, ma deve pur sempre comportare l'inserimento del medesimo nell'apparato amministrativo e nella struttura pubblicistica dell'ente datore di lavoro. In particolare, con riguardo alla legge n. 740/1970, è stato rilevato come il raffronto fra la disciplina dettata per le "prestazioni professionali" dei "medici incaricati" e quella relativa ai medici addetti ai "servizi sanitari speciali", di cui fa parte il servizio di guardia medica, consente di cogliere che, mentre i rapporti di lavoro dei medici incaricati risultano dettagliatamente disciplinati dalla legge, il servizio di guardia medica è regolato da un solo articolo , il cui testo rivela inequivocabilmente, per la sua collocazione e per il suo contenuto precettivo, la volontà del legislatore di considerare l'attività dei medici di guardia come autonoma prestazione d'opera professionale, incompatibile non solo con un rapporto organico di dipendenza di detti sanitari dall'Amministrazione penitenziaria, ma anche con il "rapporto d'incarico" cui hanno riguardo le norme precedenti.

Indietro

Omceo Udine: Viale Diaz, 30 - 33100 Udine - Tel.: 0432 504122 - Fax: 0432 506150 - email:  - PEC - CF: 80002030304 - Privacy e Cookie

Xhtml Css