Omceo Udine: Viale Diaz, 30 - 33100 Udine - Tel. 0432 504122

Martedì 19 Settembre 17:24:50

OMCEO: Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Udine

AREA RISERVATA

email:

password:

visita n°450.724

Registrati

Medidrug Isabel Pagopa Fnomceo_ebsco

Calendario Eventi

«Settembre 2017»
LuMaMeGiVeSaDo
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
numero verde 800 435110 OMCEO: Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Udine

Link ad altri siti:

Enpam Onaosi

Responsabilità penale per rifiuto di salire sull'ambulanzaPubblicato il 15-02-2012

Il fatto
La Corte d'Appello dell'Aquila, con la sentenza poi impugnata dinanzi alla Corte di Cassazione, aveva confermato la responsabilità penale del medico per il reato di rifiuto di atti d'ufficio: quale sanitario di turno presso il servizio di guardia medica si era rifiutato di salire a bordo dell'autoambulanza della Cri, intervenuta in soccorso di un minore, che è deceduto a distanza di circa un'ora. Il rifiuto è arrivato nonostante gli fosse stato detto dalla famiglia del piccolo, dalla centrale operativa del 118 e dal personale della Cri che il bambino versava in grave e imminente pericolo di vita.

Diritto
La Corte di Cassazione ha osservato che la norma incriminatrice applicabile è concepita come delitto di pericolo, nel senso che prescinde dalla causazione di un danno effettivo e postula semplicemente la potenzialità del rifiuto di produrre un danno o una lesione. Inoltre, di fronte alla denuncia della situazione di un paziente in imminente pericolo di vita, proveniente anche da fonte qualificata, il medico di guardia ha il dovere d'intervenire con tempestività per prestare ogni possibile soccorso.

Esito del giudizio
La Suprema Corte ha dichiarato inammissibile il ricorso con conseguente conferma delle statuizioni dei giudici d'appello.

Indietro

Omceo Udine: Viale Diaz, 30 - 33100 Udine - Tel.: 0432 504122 - Fax: 0432 506150 - email:  - PEC - CF: 80002030304 - Privacy e Cookie

Xhtml Css