Omceo Udine: Viale Diaz, 30 - 33100 Udine - Tel. 0432 504122

Mercoledì 22 Novembre 6:17:05

OMCEO: Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Udine

AREA RISERVATA

email:

password:

visita n°460.157

Registrati

Medidrug Isabel Pagopa Fnomceo_ebsco

Calendario Eventi

«Novembre 2017»
LuMaMeGiVeSaDo
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
numero verde 800 435110 OMCEO: Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Udine

Link ad altri siti:

Enpam Onaosi

Prescrizione di esami specialistici in caso di sintomi aspecificiPubblicato il 08-05-2012


Il fatto
A causa di un complesso di disturbi - vomito, cefalea, ipoestesia al braccio destro -, un paziente si recava al pronto soccorso dell'ospedale. Dimesso dopo breve tempo e dopo controlli superficiali, qualche giorno dopo, a causa del perdurare e dell'aggravarsi della sintomatologia, era ritornato presso la struttura sanitaria e a mezzo Tac cerebrale si era sentito diagnosticare un ictus dal quale erano derivate lesioni permanenti e gravemente invalidanti. Il paziente ha agito in giudizio per ottenere il risarcimento del danno e il Tribunale di Roma, con sentenza confermata in appello, ha condannato l'Azienda e il medico al pagamento di oltre 639 mila euro. Avverso la pronuncia d'appello il sanitario ha proposto ricorso per cassazione.

Il diritto
Il preteso carattere non specifico della sintomatologia presentata dal paziente in occasione del primo ricovero, assunta dal medico a sostegno della propria difesa, non poteva esimere il personale sanitario dalla responsabilità per colpa, posto che erano stati segnalati, anche se forse in modo confuso, sintomi di interesse neurologico. In questi termini si è espressa la Suprema Corte osservando che a fronte di un quadro clinico che conteneva elementi di sicuro allarme, sia per le patologie riferite dal paziente sia per i sintomi che lo stesso aveva lamentato, costituiva dovere prudenziale del medico prescrivere tutti gli esami specialistici utili al fine di escludere, con adeguato margine di certezza, che l'uomo potesse essere vittima di un ictus.

Esito del giudizio
La Suprema Corte ha rigettato il ricorso proposto dal medico.

Indietro

Omceo Udine: Viale Diaz, 30 - 33100 Udine - Tel.: 0432 504122 - Fax: 0432 506150 - email:  - PEC - CF: 80002030304 - Privacy e Cookie

Xhtml Css