Omceo Udine: Viale Diaz, 30 - 33100 Udine - Tel. 0432 504122

Martedì 21 Novembre 9:16:42

OMCEO: Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Udine

AREA RISERVATA

email:

password:

visita n°459.989

Registrati

Medidrug Isabel Pagopa Fnomceo_ebsco

Calendario Eventi

«Novembre 2017»
LuMaMeGiVeSaDo
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
numero verde 800 435110 OMCEO: Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Udine

Link ad altri siti:

Enpam Onaosi

Medici illegittimamente licenziati: risarcimento del danno erarialePubblicato il 20-09-2013

La Corte dei Conti condanna due direttori generali Asl e il responsabile ufficio legale e contenzioso a risarcire l’Azienda sanitaria per il danno subito a seguito di un illegittimo licenziamento di dirigenti medici nonostante il parere contrario formulato dal Comitato dei Garanti Regione Toscana. La procedura era stata intrapresa a seguito del disaccordo manifestato da due sanitari in merito alla necessità e urgenza di eseguire un taglio cesareo che, comunque, era stato poi eseguito, senza alcuna conseguenza negativa per la madre e il bambino.

Profili giuridici
Dal punto di vista giuridico la vicenda può dirsi complessa soprattutto in relazione all'evoluzione giurisprudenziale circa il valore giuridico da attribuire al parere del Comitato dei Garanti. La Corte dei conti ha comunque osservato che se da una parte il giudice contabile non può sostituire le proprie valutazioni alle scelte di merito fatte dagli organi della pubblica amministrazione, la Legge non ha precluso la verifica delle modalità con cui il potere discrezionale amministrativo viene concretamente esercitato: pertanto il Giudice Contabile può e deve verificare in concreto se l'esercizio del potere discrezionale è avvenuto o meno nel rispetto dei limiti posti dall'ordinamento giuridico (quali, la razionalità, la logicità delle scelte, il risultato di economicità e di buona amministrazione, la congruità e proporzionalità tra mezzo e fine).

Esito del giudizio
In conclusione si è affermata la non giustificabilità delle condotte dei due direttori generali  e della dirigente dell'Ufficio disciplina che pervicacemente hanno inteso prima irrogare una sanzione sproporzionata rispetto all'illecito contestato (violando appunto il principio della proporzionalità), prescindendo dal parere vincolante del Comitato dei Garanti e, poi, hanno insistito nella strenua difesa in giudizio dell'amministrazione, esponendo l'azienda sanitaria ad un esborso inutile.

[Avv. Ennio Grassini – www.dirittosanitario.net]

 

Indietro

Omceo Udine: Viale Diaz, 30 - 33100 Udine - Tel.: 0432 504122 - Fax: 0432 506150 - email:  - PEC - CF: 80002030304 - Privacy e Cookie

Xhtml Css