Omceo Udine: Viale Diaz, 30 - 33100 Udine - Tel. 0432 504122

Lunedì 25 Settembre 8:00:29

OMCEO: Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Udine

AREA RISERVATA

email:

password:

visita n°451.505

Registrati

Medidrug Isabel Pagopa Fnomceo_ebsco

Calendario Eventi

«Settembre 2017»
LuMaMeGiVeSaDo
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
numero verde 800 435110 OMCEO: Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Udine

Link ad altri siti:

Enpam Onaosi

Concorso in esercizio abusivo di professione di odontoiatra Pubblicato il 15-01-2015

CASSAZIONE PENALE SENTENZA N. 916/15

 

Concorso in esercizio abusivo di professione di odontoiatra – Appunti per l’assistente alla poltrona che effettuava tra l'altro la pulizia dei denti al paziente – Condannato il titolare dello studio odontoiatrico.

 

FATTO: La Corte d'appello di Milano con sentenza del 25-30.10.2013 ha confermato la condanna alla pena di giustizia, deliberata in danno di --- e ---- dal Tribunale di Sondrio - Morbegno il 7.5.2010, per il reato di concorso in esercizio abusivo della professione medica (---- come titolare di studio dentistico, ----, pur sprovvista dei titoli che l'abilitassero alla professione sanitaria e solo assistente alla poltrona, "ponendo in essere nella bocca dei pazienti atti di natura odontoiatrica, effettuando tra l'altro la pulizia dei denti" al paziente ----, lo --- consigliandole interventi medico-dentistici da effettuare nella bocca dei pazienti, tramite appunti annotati sull'agenda degli appuntamenti, mettendole a disposizione studio e strumentazioni mediche). La consumazione del reato è indicata nell'imputazione al 20 giugno 2007. Il titolare dello studio odontoiatrico ha proposto ricorso.

 

DIRITTO:La Corte di Cassazione ha rilevato che la sentenza di primo grado attesta che i carabinieri del Nas all'atto del loro intervento rinvennero la --- indossante camice e mascherina (e la Corte d'appello si è confrontata con motivazione specifica sul punto, ignorata dal ricorrente) e il --- accomodato su una poltrona e munito di bavaglino. In tale contesto, la censura sull'interpretazione delle foto è formulata in termini generici, perché non permette, per come prospettata, di elidere il fatto (quale constatato secondo le sentenze di merito e non contrastato nei motivi d'appello, quanto a posizione e apprestamento dei due), per sé idoneo a fornire la base per le articolate successive argomentazioni dei due Giudici del merito. Il ricorso deve essere dichiarato inammissibile, con la conseguente condanna del ricorrente al pagamento delle spese processuali e della somma di euro 1000, equa al caso, in favore della Cassa delle ammende).

 

Relatore: Marcello Fontana - Ufficio Legale FNOMCeO

Indietro

Omceo Udine: Viale Diaz, 30 - 33100 Udine - Tel.: 0432 504122 - Fax: 0432 506150 - email:  - PEC - CF: 80002030304 - Privacy e Cookie

Xhtml Css