Omceo Udine: Viale Diaz, 30 - 33100 Udine - Tel. 0432 504122

Mercoledì 20 Settembre 2:17:18

OMCEO: Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Udine

AREA RISERVATA

email:

password:

visita n°450.776

Registrati

Medidrug Isabel Pagopa Fnomceo_ebsco

Calendario Eventi

«Settembre 2017»
LuMaMeGiVeSaDo
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
numero verde 800 435110 OMCEO: Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Udine

Link ad altri siti:

Enpam Onaosi

Lettera su Formazione SpecialisticaPubblicato il 19-07-2017

Specializz

Pubblichiamo quanto ricevuto.

Alla cortese attenzione del Dottor Rocco, Presidente dell'OMCEO di Udine.

Come anticipato telefonicamente invio in allegato la lettera scritta dai Colleghi e già menzionata durante il Consiglio Nazionale FNOMCeO di venerdì scorso. 
 
Le chiedo gentilmente se sia possibile inviare tramite l'Ordine la lettera e il link per la sottoscrizione della stessa a tutti gli iscritti (link: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSeNJDZ3mptcaOvmuhgiIoXpmJQZ7JZrl72N-EwZiE6nTBV5pw/viewform).
 
Forse avere più firme adesso sarà ininfluente dal momento che la Vostra proposta verrà presentata direttamente al Ministero, tuttavia ritengo utile se non altro la diffusione della Lettera perchè ci sia maggior consapevolezza riguardo al futuro non solo di noi giovani colleghi ma dell'intero mondo della Sanità. 

Ringraziando per la cortese attenzione, porgo cordiali saluti.

 

 

 

La formazione medica deve essere urgentemente adeguata alle necessità del SSN 

 

 

 

Le Scuole di Specializzazione medico- chirurgiche (SSM) sono corsi universitari che formano i medici specialisti. Alle suddette scuole può accedere il medico, abilitato alla professione, dopo il superamento di un esame di ammissione. Al termine del percorso formativo, della durata media di 4-5 anni, viene rilasciato il titolo di specialista.

Il numero di posti complessivamente disponibili nelle SSM, da anni, è molto inferiore rispetto al numero di laureati in medicina e chirurgia e crea un vero e proprio imbuto formativo. I giovani medici attendevano per il 30 aprile 2017 la pubblicazione del bando per l’ammissione alle Scuole di Specializzazione Medica che non è arrivato.

Il 13 maggio 2017 il Ministero dell’Istruzione , dell’Università e della Ricerca ha diramato un comunicato col quale informa che: “ …La selezione sarà più snella e semplificata, particolare attenzione sarà posta alle questioni logistiche con una minore frammentazione delle sedi d’esame che saranno accorpate per area geografica.

Abbiamo voluto procedere con le nuove regole- spiega la Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli per garantire che le nuove specializzande ed i nuovi specializzandi siano inseriti in percorsi accreditati secondo criteri di sempre maggiore qualità e trasparenza e affinchè la prossima selezione risponda di più alle attese delle nostre laureate e dei nostri laureati. Il nuovo regolamento con le modalitàdi accesso alla scuole recepirà le osservazioni emerse dagli incontri avuti con la associazioni rappresentative dei medici in formazione. La scelta di procedere con le nuove regole rende necessaria una diversa programmazione dei tempi del bando di concorso che annualmente è pubblicato entro la fine di aprile…”

Questo ulteriore ritardo nella pubblicazione del bando di ammissione alle Scuole di Specializzazione Medica determinerà l’inevitabile aumento del numero dei candidati, che arriverà alla cifra di 17000 medici per circa 7000 posti disponibili, rendendo ancora più difficile il completamento dell’iter formativo indispensabile per accedere alla professione.

E da quanto si evince dal comunicato ministeriale sopra citato le modifiche del nuovo esame di ammissione alle SSM non sono ancora definite. Si sa con certezza che nei prossimi 10 anni usciranno per pensionamento dalla professione:

47.300 medici specialisti

8.200 tra medici universitari e specialisti ambulatoriali

30.000 medici di medicina generale

e che con la attuale offerta formativa non potranno essere sostituiti.


Se non verranno aumentate da subito le borse di studio per le Scuole di Specializzazione Mediche e per il Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale fra pochi anni il Sistema Sanitario Nazionale non sarà in grado di garantire la assistenza né sul territorio né in ospedale.


Siamo convinti che le borse di studio non siano una spesa per il nostro paese, ma un investimento diretto alla tutela della salute del cittadino. Le risorse umane sono uno dei muri portanti sul quale costruire la efficienza e la qualità del sistema sanitario nazionale.

 

CHIEDIAMO PERTANTO ALLA FNOMCeO

 

che prosegua nel proprio impegno a difesa della Professione e della assistenza sanitaria al cittadino, chiedendo con forza al Ministro Valeria Fedeli ed alle Autorità Competenti che venga urgentemente eguagliato il numero di borse di studio per le Scuole di Specializzazione Mediche e per il Corso di formazione Specifica in Medicina Generale al numero di neo medici.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Indietro

Omceo Udine: Viale Diaz, 30 - 33100 Udine - Tel.: 0432 504122 - Fax: 0432 506150 - email:  - PEC - CF: 80002030304 - Privacy e Cookie

Xhtml Css