Cari Presidenti,
 
desidero comunicarvi che abbiamo ritenuto, unitamente alle altre professioni sanitarie, di intervenire presso il Ministro Speranza, con una nota che si allega, denunciando, ancora una volta, l’incresciosa situazione in cui versano gli Ordini professionali i quali si trovano nella posizione di “ultimo baluardo” rispetto all’obbligo vaccinale disposto dalla legge fino al 31/12/2022.
La reiterata richiesta di intervento tramite circolare ministeriale ex art.4, comma1, DL n.44/2021 e s.m.i. per definire gli esatti termini per il completamento dell’obbligo vaccinale scaturisce dall’ennesima presa di posizione, nel caso concreto da parte dell’ASP Palermo del 27 luglio u.s., che critica l’operato degli Ordini rispetto alle diverse interpretazioni della normativa di cui al DL n.44/2021 peraltro originate dalle difformi ordinanze sul territorio nazionale da parte dei TAR regionali. 
 
Vi evidenzio l’ultimo passaggio della nota allegata, condiviso con tutte le Federazioni sanitarie, con la quale, in mancanza di una immediata indicazione con circolare ministeriale si sottolinea l’impossibilità alla puntuale applicazione della normativa vigente.
 
Il Presidente
Filippo Anelli